Author Archive for admin

La Settima Giornata: l’ultimo incontro

Insieme per Sempre... Nel Cuore!

Ultimo incontro, il settimo, c'è una grande eccitazione, ci sono tante cose ancora da dirsi e da fare. Non occorre concludere tutto, è sufficiente sentire la voglia di stare insieme.

Ci scambiamo ancora idee e proposte, guardiamo video che parlano di coraggio e superamento dei pregiudizi. Ci si commuove e si ride.
Siamo operativi e cominciamo a creare le spille, regalo per noi, per i compagni: simbolo e frutto del nostro stare insieme.
Sono i messaggi che abbiamo voglia di trasmettere, ma simboleggiano anche l'apprendimento e le emozioni scoperte in ciascuno di noi.

Poi, come in un gruppo di amici e in famiglia, festeggiamo con torte e sorrisi, abbracci e foto e non mancano i regali. Ci vedremo ancora, in nuove occasioni e impegni, ma soprattutto ci ritroveremo ogni volta che nel nostro cuore e nella nostra mente torneranno emozioni e vissuti di empatia, solidarietà e vicinanza.

Un ultimo regalo lo riceviamo appena un'ora dopo esserci salutati, parole che nascono dal cuore e ci ripagano di tutta la fatica e l'impegno:

La settimana procede lentamente, tra compiti e interrogazioni, abbiamo 17 anni, vorremmo sempre cercare qualcosa che ci distragga dalla nostra vita, dalle nostre piccole grandi ansie. Il giovedì pranziamo a scuola, e alle tre del pomeriggio siamo pronti per rientrare in quelle classi in cui la mattina peniamo tanto. Prendiamo posto e inizia un lungo viaggio, un viaggio fatto di sorrisi, battute, giochi, un viaggio forse nato con lo scopo di informare noi giovanissimi in un ambito che ci riguarda molto, ma che ha saputo toccare tanti altri tasti. E così in quella classe sono racchiusi tanti ricordi e tanto affetto, per un progetto a cui magari abbiamo partecipato per caso, senza sapere che sarebbe stato così importante per noi, ma che se potessimo tornare indietro rifaremmo mille altre volte. Un progetto che ci ha permesso di allontanarci dalle nostre paure, anche dalla monotona vita di tutti i giorni, di conoscere nuove persone, in particolare i nostri "insegnanti", che hanno contribuito a farci crescere, nonostante i nostri incontri siano stati pochi. Quindi è soprattutto ai nostri maestri di prevenzione e di vita che va un enorme grazie, perché insieme abbiamo formato un solo gruppo, perché in fondo si sa, "un team di successo batte con un solo cuore". 

Alice

Grazie

Torna alla copertina del nostro Diario... Ricomincia a sfogliare e rivivi il viaggio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sesto Incontro

Comunicare Ascoltando

Nella VI giornata lavoriamo su Comunicazione e Ascolto, troppe volte il silenzio ci ha lasciato dentro emozioni troppo forti, difficili da condividere.
Gli adulti e i pari: genitori, insegnanti, amici. Non sempre vicinanza ed empatia sono scontante, vanno pensate, imparate e allenate: quanto è difficile capirsi!
Impariamo insieme quali sono i punti di forza e i rischi nella comunicazione e nell’ascolto perché siano efficaci e utili, ma anche caldi, piacevoli e divertenti.
I ragazzi imparano subito! Basta pensarci: affettività, capacità di dire e aiutarsi sono nelle loro corde, basta scoprire che è molto più bello lasciarsi andare all’ ”Incontro con l’altro”.
 
 

Comunichiamo ancora con le... Spille!

Ma si avvicina la fine del corso e dobbiamo cominciare a mettere insieme le idee e i contenuti del “prodotto finale” da regalare ai compagni, espressione di quello che abbiamo vissuto e imparato!
Torna alla copertina del nostro Diario... Ricomincia a sfogliare e rivivi il viaggio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La Quinta Giornata

Associazionismo

The Normal Heart

NPS racconta ai ragazzi la nascita delle associazioni di pazienti HIV+, la paura e la rabbia ma anche la solidarietà e il valore etico e concreto del fare gruppo, dell’unirsi in una battaglia per il diritto al benessere.
Raccontiamo anche le campagne pubblicitarie sul tema HIV, come è cambiato l’approccio, come ci si è mossi dalla paura alla comprensione, dalla negazione all’informazione corretta.
Torna alla copertina del nostro Diario... Ricomincia a sfogliare e rivivi il viaggio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Quarto Incontro

Incontro di Incontri

Incontriamo i ragazzi del SISM studenti di medicina che, “da peer a peer”, in modo vivace e competente danno tante informazioni su HIV ma anche sulle malattie sessualmente trasmissibili, sulla contraccezione e altro ancora.
Torna alla copertina del nostro Diario... Ricomincia a sfogliare e rivivi il viaggio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La nostra terza giornata

Insieme si cresce

Il corso offre momenti di scambio e di riflessione. Occorre pensare con cura le scelte e la forza sottile e infida dei pregiudizi. Affrontiamo temi difficili anche con giochi ed esercitazioni.
Ma si può anche ridere e trovare momenti di leggerezza nell’affrontare temi complessi e a volte duri, se c’è rispetto reciproco e voglia di stare insieme.
Torna alla copertina del nostro Diario... Ricomincia a sfogliare e rivivi il viaggio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Secondo incontro

Continuiamo il nostro Percorso

Il gruppo riceve il dono di testimonianze da ascoltare con mente e cuore aperti e il gruppo, ormai fondato, ne è capace e prosegue nell'ascolto con fiducia. Lavoriamo in piccoli gruppi per rielaborare quanto ascoltato, per trovare vissuti comuni e sentirsi vicini. I ragazzi mettono in scena le emozioni provate, scoprono il peso della malattia e dello stigma.

Il gruppo trova modi nuovi per comunicare e raccontare senza parole il dolore, ma anche il valore vitale della solidarietà...
E sempre si torna a parlare per trovare parole nuove e adeguate.
Torna alla copertina del nostro Diario... Ricomincia a sfogliare e rivivi il viaggio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La prima giornata del corso

Insieme per la Prima volta

Ecco il I incontro del progetto “Per saperlo dire agli altri - Seconda edizione". Comincia la nostra nuova avventura un viaggio nel conoscere, ma anche nel conoscersi reciprocamente e occasione affinché ciascuno impari anche qualcosa in più di se stesso.

Il corso è un’esperienza di apprendimento complesso. Incontriamo i peer educator della scorsa edizione, esempio del voler diventare riferimento nella propria rete con intelligenza e capacità empatica.

La strada sarà lunga ma non possiamo che partire dalla rappresentazione che del problema HIV/AIDS ciascuno di noi ha, dai forti pensieri ed emozioni che esso suscita.
Dovremo impegnarci ed imparare ad esporci anche con giochi e role playing. Quanto è difficile essere vicini agli altri, ascoltarsi sostenersi.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail